Associazione Davide Lajolo Onlus

associazione

Pubblicazioni

Passeggiando con Pavese, Lajolo, Fenoglio

12/02/2008

Passeggiando con Pavese, Lajolo, Fenoglio

Laurana Lajolo

Vi invitiamo a passeggiare con gli scrittori Cesare Pavese, Davide Lajolo, Beppe Fenoglio, percorrendo gli Itinerari letterari tra Langa e Monferrato, a Santo Stefano Belbo, Vinchio d’Asti, Alba e l’alta Langa. Pavese, Lajolo e Fenoglio, con i loro libri, hanno dato un valore simbolico di grande fascino alle colline langarole, le hanno rese seducenti e fantastiche, interpretando storie e tradizioni, personaggi e paesaggi con suggestioni narrative di valore universale.
Guidati dalle pagine degli scrittori, potrete sentirvi parte dell’ambiente con tutti e cinque i sensi: ascoltare il silenzio e insieme i suoni e i rumori della campagna, percorsa dal vento e illuminata dal sole, ma anche bagnata dalla pioggia, avvolta nella nebbia o sepolta dalla  neve.  Vi invitiamo ad immergervi nel paesaggio, cogliere le sensazioni della terra ed attendere dalla letteratura le risposte a domande fantastiche.
La descrizione del paesaggio fatta dai tre scrittori è un gioco di rimandi, di emozioni, di allusioni, di stati d’animo: nelle loro pagine le colline diventano immagini femminili, i fiumi si addensano nei vortici, i boschi sono popolati da presenze misteriose nel passaggio cadenzato delle stagioni.
La Langa compone la loro  geografia interiore e fa parte delle loro stesse vicende esistenziali: l’infanzia, la scoperta dell’amore, la guerra e la Resistenza, la partenza e il ritorno, in un intreccio di memoria con gli antenati.
Le passeggiate che vi proponiamo vi permettono di entrare nel mondo degli scrittori, percorrendo sentieri e colline che mantengono la loro vocazione originaria, nonostante evidenti segni di modernizzazione. E vi chiediamo di uscire dal tempo nevrotico della città e di recuperare, per quanto è possibile, il tempo lungo e cadenzato della natura.
I luoghi sanno intessere un dialogo affascinante e seduttivo con i visitatori, al di fuori del traffico, del chiasso, della mancanza di misura, dell’omologazione. Sono autentici e suggestivi, perché qui letteratura e natura insieme, con i tempi del lavoro contadino, inducono a notare le differenze palpabili, a misurare e a ponderare, a fare, insomma, scoperte indelebili.
Sarà bello inoltrarsi tra vigne e boschi mossi dalla brezza, incontrare la luna piena in una notte d’estate, captare le tonalità delle foglie, i canti degli uccelli, il peregrinare delle nuvole sode di settembre.

Vi offriamo una guida agli itinerari con brani tratti dalle opere di Cesare Pavese, di Davide Lajolo, di Beppe Fenoglio, avvicinandovi al paesaggio langarolo attraverso le parole degli scrittori stessi.
E’ un viaggio nell’immaginario, ma anche un modo intelligente di capire il mondo contadino e  le sue tradizioni, di passeggiare in campagna e di gustare cibi e vini famosi. Questo è, infatti, un territorio, che è stato costruito nei secoli dalle mani robuste e capaci dei contadini con vigne e boschi, campi e prati nelle strette valli lungo i fiumi Belbo e Tanaro, e che è diventato rinomato per il vino e i tartufi, le robiole e la nocciola gentile del Piemonte, come per la cucina tradizionale.


Le passeggiate

Gli scrittori sono presentati secondo un ordine cronologico, prima Cesare Pavese, lo scrittore di S. Stefano Belbo che ha “inventato” il fascino delle Langhe, poi Davide Lajolo innamorato del suo paese, Vinchio, nel cuore del Monferrato e primo biografo di Pavese e Fenoglio, e infine Beppe Fenoglio, inventore di un linguaggio assolutamente originale per narrare le vicende di Alba e dall’Alta Langa.
I luoghi della memoria di Cesare Pavese, segnalati da appositi cartelli, si trovano nel comune di Santo Stefano Belbo, e comprendono il laboratorio di falegnameria di Pinolo Scaglione (Nuto) nella località Il Salto ora trasformato in museo, la casa natale dello scrittore, la sede della Fondazione Cesare Pavese nella restaurata ex chiesa dei SS: Giacomo e Cristoforo, dove si trovano le tele di Ernesto Treccani, la biblioteca e il Centro studi,  la Palazzina del Nido e la Cascina della Mora di La luna e i falò, la stazione del paese con i rimandi alla vicina città di Canelli, il Foro Boario sede di mercato con l’Albergo dell’Angelo, il Santuario di Madonna della Rovere, i borghi dello Scorrone e di Castino.

Gli Itinerari letterari di Davide Lajolo si snodano sul territorio di Vinchio d’Asti, poco distante da Nizza Monferrato, a una quindicina di chilometri da Santo Stefano Belbo.Tre sono gli Itinerari che si sviluppano ad anello: I bricchi del Barbera da Vinchio alla frazione di Noche passando per il bricco di San Michele, I boschi dei Saraceni nella verde valle del Giardino lungo il Tiglione e la dorsale del bricco dei Saraceni, Il mare verde tra le vigne e i boschi della Riserva naturale della Val Sarmassa. Lungo gli itinerari  vi sono pannelli contenenti citazioni letterarie e biografiche dello scrittore e vi sono anche due pannelli riassuntivi con la mappa di tutti i percorsi sulla piazza principale del paese, dove è collocato il monumento di Floriano Bodini allo scrittore, e alla Cantina Viticoltori Associati, famosa per il barbera di alta qualità

I luoghi fenogliani, dettagliatamente descritti dai pannelli illustrativi,  attraversano tutto il centro di Alba, dalla casa natale sulla piazza del Duomo, all’Albergo Savona, al Liceo Govone, al Seminario, per citare i principali. Quindi il percorso sulle parole di Fenoglio prende la strada della Langa, segnalando molti paesi scenari dei suoi racconti e dei suoi romanzi, dove si possono ammirare i più bei paesaggi delle Langhe. Rocchetta Belbo, il paese del personaggio Paco, Gorzegno, il luogo del folle Gallesio,  la cascina del Pavaglione de La malora a San Bovo di Castino,  i luoghi partigiani di S. Stefano Belbo, Valdivilla, Mango, Barbaresco, Cascina di Langa, Cascina della Lodola, Perletto, Cortemilia, e poi Manforte, Monesiglio, Murazzano, S. Benedetto Belbo, il paese degli affetti familiari e Mombarcaro alto sulle Langhe più aspre. Questi percorsi sono accompagnati dal corso dei fiumi di Fenoglio, il Tanaro, il Belbo, e il Bormida.

La guida letteraria è corredata dalle schede biografiche degli autori,da una carta in cui sono segnati  tutti gli Itinerari degli scrittori e qualche indicazioni pratica.
Buona passeggiata tra le colline letterarie di Langa e Monferrato.[...]
 

>> Scarica l'allegato PDF